TURISMO: scoprire Galatina, piacere tra sacro e profano.

Tra le bellezze salentine spicca la storica Galatina dove arte, cultura, tradizione e gioia per il palato non si lasciano desiderare.

.

.

Il Salento, nell’ultimo decennio in particolare è diventata rinomata meta turistica, ma viene però spesso accostato solo a bellissime città marinare come in particolare Gallipoli, Otranto e Santa Maria di Leuca.

In realtà l’ultima frangia meridionale del “taccoitalico è ricca di bellezze architettoniche, cultura e tradizioni anche nel proprio entroterra, con le numerose città e paesi che si rincorrono l’uno dopo l’altro.

Tra queste preziose realtà che meritano sicuramente una visita spicca la città di Galatina.

.

.

Galatina sorge proprio nel Salento centrale, a circa 20 km a sud di Lecce, e conta quasi 30mila abitanti con le frazioni di Collemeto, Noha e Santa Barbara.

Il clima mediterraneo, con inverni miti ed estati caldo umide, e la fertile terra “rossa” favoriscono generose coltivazioni di viti, ulivi, tabacco e la tipica patata novella.

.

.

La storia di Galatina è documentata fin dal XII secolo poiché importante centro di culturale, linguistico e religioso.

Lo stesso stemma di Galatina riporta le chiavi pontifice, a testimonianza della scelta di questa città, da parte di Papa Urbano VI, quale centro propulsore di latinità nel Salento, con l’intento di contrastare la presenza della cultura greca e del rito religioso bizantino.

.

Stemma di Galatina

Stemma di Galatina

.

Le chiavi furono poi sormontate da una corona per diretta volontà di Alfonso II quale riconoscenza della coraggiosa resistenza militare opposta nel 1484 alle incursioni nemiche.

Dopo le dinastie normanna e sveva, Galatina fu concessa da Carlo I d’Angiò ad Ugo del Balzo ed alla cui morte nel 1308, gli succedette il primogenito Raimondo che ampliò molto la città, la cinse di mura e concesse vari privilegi ai cittadini.

I del Balzo e gli Orsini diedero fermento allo sviluppo graduale di Galatina, sia dal punto di vista economico che architettonico.

.

La basilica di Santa Caterina d'Alessandria

La basilica di Santa Caterina d’Alessandria

.

Accanto alla straordinaria basilica dedicata a Santa Caterina d’Alessandria, sorse un convento ed un ospedale, attualmente sede del Municipio.

I bellissimi affreschi quattrocenteschi fanno della basilica cateriniana un’immensa pinacoteca, oggi ammirabile grazie al recente accuratissimo restauro.

.

La fontana del Martinez

La fontana del Martinez

.

All’interno dell’antica cinta muraria, di cui oggi restano visibili tre porte: Porta Luce ad ovest, Porta Nuova a nord, e Porta Cappuccini ad est.

Fra i vicoli dell’antico borgo si possono apprezzare splendidi scorci di arte barocca, in un prezioso susseguirsi di palazzi, monasteri e chiese.

.

La chiesa di San Pietro e Paolo

La chiesa di San Pietro e Paolo

.

Tra di esse, maestosa è la chiesa dei Santi Pietro e Paolo, con la sua monumentale facciata barocca, e la cappella di San Paolo, fino a pochi decenni fa, giungevano da tutto il Salento le “tarantate” in cerca di miracolosa guarigione.

Galatina durante tutto l’anno, ma in particolare durante periodo estivo, si dimostra capace di accompagnare cultura e tradizione ad un sano divertimento caratterizzato da eventi, sagre, fiere e festival.

.

Galatina - Piazza Alighieri

Galatina – Piazza Alighieri

.

Ospitalità, allegria, buon cibo, specialità e tanta musica ne caratterizzano ed animano strade e corti: davvero impossibile per il turista non rimanerne rapito.

Altrettanto difficile resistere alle deliziose offerte enogastronomiche che questa generosa terra sa offrire: tra cui si distingue il vino, prezioso nettare di uve Negroamaro.

.

Galatina Negramaro DOC

Galatina Negramaro DOC

.

La grande tradizione religiosa di questi luoghi trova ogni anno la sua massima espressione in occasione della ricorrente festa dei Santi patroni Pietro e Paolo.

La tradizione racconta che i due santi fecero tappa a Galatina durante i loro viaggi di evangelizzazione ed ogni anno nel giorno della festa le “tarantate” accorrevano per invocare la guarigione.

.

Galatina - Manifesto della festa patronale

Galatina – Manifesto della festa patronale

.

Oggi sacro e profano si fondono nella grande festa patronale, in programma dal 28 al 30 Giugno: un appuntamento imperdibile con le sue magnifiche luminarie, le caratteristiche processioni, i concerti, le bancarelle, le giostre e gli attesissimi fuochi d’artificio.

A Galatina è un ottimo inizio di un’Estate 2017 in Salento tutta da vivere.

.

.

#Galatina #Salento #Puglia #arte #cultura #tradizione #religione #sacro #profano #chiese #Vino #Negroamaro #enogastronomia #patate #Festa #Fiera #Sagra #Processione #Musica #Estate @ruspie01

 

I commenti sono chiusi.